il tecnico ortopedico risponde...

Hai domande o dubbi sulla prescrizione del tuo medico, sui prodotti ortopedici o sugli ausili in vendita presso il Centro Ortopedico di Zini M.? Manda una mail a info@centroortopedicozini.com, il nostro tecnico ortopedico sarà lieto di risponderti!

Come riconoscere un piede piatto-valgo?

Il piede piatto valgo è una patologia molto frequente; consiste nell’appiattimento della volta longitudinale interna del piede e nella deviazione del calcagno in valgismo. Concorrono alla genesi della deformità: una cattiva distribuzione del carico, quale può verificarsi per coesistente ginocchio valgo e un piattismo infantile, misconosciuto e trascurato.

 

Cosa è il neuroma di Morton?

Il Neuroma di Morton è un tipo di fibrosi perinervosa. È l'aumento di volume di un nervo sensitivo interdigitale, provocato da uno stimolo irritativo cronico di natura meccanica, che causa la crescita di tessuto cicatriziale fibroso intorno al nervo stesso. Il nervo così ispessito trasmette tipiche sensazioni dolorose generando una sindrome descritta nel 1876 a Philadelphia dal medico Thomas G. Morton, a cui si deve il nome.

 

Come fare per avere un piede sempre asciutto?

E’ buona abitudine lavarsi i piedi con saponi neutri e non troppo aggressivi, eventualmente si possono effettuare pediluvi con sale grosso e/o bicarbonato in modo da eliminare i batteri che causano la formazione dell’odore. Un piccolo accorgimento: asciugare i piedi con il phon per capelli in modo che la pelle risulti completamente asciutta, in quanto l’umidità può stimolare la nascita di forme micotiche (funghi, ecc…). Completare il tutto con polvere aspersoria.

 

Alluce valgo: cause e rimedi

L’alluce valgo o comunemente chiamata “nocetta” è tipico di chi indossa abitualmente e per più ore al giorno calzature troppo alte, strette o rasoterra (tipo ballerine). E’ di carattere ereditario, quindi non è strano che qualcuno in famiglia presenti lo stesso problema. Si sviluppa prevalentemente nelle donne ma anche negli uomini non è da escludere la sua formazione. Ci sono molti metodi per evitare che questa patologia peggiori: utilizzo di calzature che non superino i 3-4 cm di tacco e che abbiano una pianta larga, ortesi su misura quali plantari, dispositivi che impediscano la deviazione dell’alluce, infine si può ricorrere all’intervento chirurgico vero e proprio.

 

Perché si formano i calli?

Le callosità che si formano sotto la pianta dei piedi, tra le dita o sotto l’alluce sono ispessimenti provocati prevalentemente da un’eccessiva pressione o sfregamento. Anche indossare ripetutamente calzature sbagliate può contribuire a peggiorare questo problema. Per ammorbidire la zona che presenta il “callo” si può ricorrere all’utilizzo di comunissimo olio d'oliva unito al limone e al bicarbonato di sodio. In un bicchiere mescolate 2 cucchiai di succo di limone e 2 cucchiai di olio d'oliva. Aggiungete a poco a poco del bicarbonato di sodio e mescolate fino a formare un composto cremoso. Applicate sulle zone interessate al momento del bisogno, con una piccola fascia o con un cerotto. Olio e succo di limone ammorbidiscono la pelle indurita. Il bicarbonato contribuisce ad esfoliare la pelle. E’ comunque utile l’intervento di un buon podologo che provvederà alla loro completa rimozione.

 

A chi rivolgersi per una visita?

La figura del medico specialista in questo campo è molto importante perché è proprio lui che grazie ad una visita accurata e profonda riesce a diagnosticare quale potrebbe essere il problema che affligge il paziente. In questo modo egli potrà prescrivere la cura giusta da adottare ed eventualmente dispensare consigli utili. E’ possibile ricorrere alle convenzioni mutualistiche oppure concordare una seduta privata.

 

Metatarsalgia

“Metatarsalgia” è un termine generico che denota la presenza di dolore nella regione metatarsofalangea ed è sintomatico di numerose affezioni diverse. Il termine “metatarsalgia funzionale” denota dolore nella zona, causato dalle abnormi sollecitazioni meccaniche prodotte dalla funzione disturbata del piede. Spesso è associata con il piede piatto-valgo, piede cavo e alluce valgo.

 

Sperone calcaneare

La spina calcaneare (o sperone) è una esostosi, cioè una neoformazione benigna dell’osso, situata nella zona inferiore del tallone. Generalmente, si forma a livello mediale del calcagno, nel punto in cui ha origine la fascia plantare. La causa dell’esostosi è l’infiammazione della fascia plantare a livello dell’inserzione sul tallone (entesopatia). Lo sperone o spina calcaneare è una patologia a carattere degenerativo, dovuta principalmente all’artrosi o al cronicizzarsi della fascite plantare; a volte può essere anche asintomatica. Si manifesta con dolore al tallone durante il carico e/o gonfiore nella zona interessata (soltanto in alcuni casi).

 

Dito a martello

Si tratta di una deformità in flessione plantare dell’articolazione interfalangea prossimale. L’anomalia interessa principalmente il secondo dito ed espone pertanto l’articolazione interfalangea prossimale a compressione e attrito dorsali e l’apice del dito a una pressione concentrata in quanto sostiene il carico. Il trattamento conservativo è diretto alla correzione delle deformità mediante tutori o manipolazioni là dove essa è ancora possibile o alla massima protezione dei punti di pressione sia dorsali che apicali nei casi cronici.

 

Unghia incarnita

L’onicocriptosi è una condizione patologica in cui uno sperone o un frammento ungueale, o forse una porzione dentellata dell’unghia, ha perforato il solco ed è penetrato nel tessuto sottocutaneo. I comuni fattori predisponenti sono l’iperidrosi, la compressione esercitata da una calzatura incongrua e il taglio difettoso delle unghie. La terapia consigliata è quella di rivolgersi ad un buon podologo che provvederà all’asportazione della scheggia con un apposito bisturi o con delle sottili pinzette, facendo attenzione a non ledere ulteriormente il solco.

 

Piede cavo

Il piede cavo è una malformazione caratterizzata da un incremento della concavità della volta plantare, in sostanza vi è un'eccessiva tensione dell'arco plantare. Esiste il piede cavo traumatico e neurologico; il primo è spesso causato da calzature scorrette come un tacco elevato utilizzato con frequenza, il secondo è dato da gravi eventi di malattie che intaccano il sistema nervoso portando a gravi malformazioni degli arti e del piede.

 

Piede torto

Il piede torto neurologico altera l'equilibrio neuromuscolare che regola la statistica e la deambulazione. La pianta del piede torto risulta flessa con volta accentuata e l'asse del calcagno è deviato medialmente rispetto all'asse longitudinale della gamba. Apparecchi gessati e chirurgia ortopedica sono le terapie seguite dal soggetto con piede torto.

 

Piede equino

Nel piede equino avremo una malformazione nella quale l'appoggio plantare avviene esclusivamente sull'avampiede e in particolare sui metatarsi. Il piede equino può essere congenito oppure può manifestarsi nella fase adolescenziale a causa di una crescita molto rapida dei segmenti ossei di gamba e coscia. I passi del soggetto con piede equino risultano piccoli al fine di evitare dolore. Anche le dita sono soggette ad alterazioni funzionali.

 

Piede pronato

La posizione pronata del piede può essere individuata meglio osservando il piede posteriormente, presenta inoltre altri cambiamenti estremamente facili da identificare, tra cui l'altezza dell'arco che risulta essere inferiore a quella fisiologica. L'impronta del piede pronato risulta medializzata con assenza della zona laterale del piede.

 

Piede supinato

Anche la posizione supinata del piede può essere riconosciuta osservando il piede posteriormente. Il piede supinato è più difficle da identificare anche se è evidente l'aumento dell'arco plantare e lo spostamento verso l'interno dell'avampiede. L'impronta risulterà spostata lateralmente.

 

CENTRO ORTOPEDICO ZINI | 167, Via Statale 467 - Sant'Antonino - 42013 Casalgrande (RE) - Italia | P.I. 01835970359 | Tel. +39 0536 823070   - Tel. +39 0536 823070 | Fax. +39 0536 992315 | info@centroortopedicozini.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite